inventori di giochi

IDG - inventori di giochi => Presentazioni e convenevoli => Topic started by: Vanadio on 12 May, 2007, 4.20

Title: Presentazione
Post by: Vanadio on 12 May, 2007, 4.20
Salve a tutti, complimenti per il sito e il forum, ho appena fatto una full immersion di qualche ora e sono felice di aver trovato un gruppo di persone e materiale così stimolante.

Sono un appassionato di giochi da tavolo (ma va?), anche wargames (ma odio quelli complicati come ASL) ed è un po' di tempo che sto progettando un wargame per 1-2 persone di ambientazione spaziale con movimento vettoriale e un sistema di \"randomizzazione\" (per gli attacchi) particolare: un'elaborazione di quello usato in un vecchio print and play (LNL - Laplace Newton Lagrange) chiamato EAR (a dire il vero LNL fu il primo ed è ancora l'unico che lo usa).

Sostanzialmente a differenza dei comuni dadi si usano semplici oggetti che permettano due sole tipologie di eventi (esempio moneta testa/croce ma anche un d6 pari/dispari) e la probabilità viene gestita dal numero di oggetti che vanno lanciati e dal numero di eventi positivi necessari. Le statistiche sono molto più \"plasmabili\" e \"controllabili\" dal progettista: nel mio caso per esempio il sistema mi permette di simulare più precisamente, a differenza della semplice somma di uno o più d6, la diminuzione delle probabilità di colpire all'aumentare della distanza. Inoltre i cubi stessi sono parte integrante della meccanica essendo le risorse preassegnate ai sistema d'arma, motore e scudi di ogni nave a ogni turno.

Dal calderone di tutto quello che ho letto e giocato, l'idea di aggiungere tutto quello che ci manca: credo che non c'è allievo che non conosca tutto quello che hanno scoperto i suoi maestri e che non sia chiamato a superare. Come si dice: \"sulle spalle dei giganti\".

Il divertimento e la soddisfazione per me vengono dal \"farlo\", rispolverando nozioni di calcolo delle probabilità, addormentandomi con blocco e matita mentre faccio e disfaccio mondi e regole, immaginandolo giocato con delle bellissime miniature o con la rozza e semplice rappresentazione su carta delle mie scarsissime abilità di grafico vettoriale, o ancora progettando al CNC con mio suocero la \"torre mischia cubi\", etc...

Appena sarà pronta la prima versione giocabile vorrei proporla qui per il playtest.

Per design il gioco dovrà essere semplice e profondo, elegante, cerebrale, tattico, strategico e psicologico, godibile anche il solitario, print and play ma anche per miniature se uno ne possiede.

Insomma il mio gioco ideale, un'utopia!Ma perchè porsi limiti?  :lol:

Ciao a tutti e a presto,
Tiziano.

[EDIT] tentativo di adeguamento di frasi sconnesse alla lingua italiana.

Post edited by: vanadio, at: 2007/05/12 04:39
Title: Re:Presentazione
Post by: Linx on 12 May, 2007, 14.15
Fico.
Un altro pò di acqua fresca e sano ottimismo ci voleva qui ad IDG.
Le risorse gettabili già di per se mi intrippano un casino e aprono molte possibilità. Magari possono creare problemi di pubblicazione ma mi piace il tuo di spirito: \"facciamo qualcosa che ci piace!\"

La randomizzazione e il fatto di poterlo giocare da solo poi è un'altra cosa di cui, a pare mio, si sente la mancanza pescando solo dal mercato convenzionale. Nel mio sto facendo praticamente la stessa cosa col mio fantasy (anche se in modo diverso, mi pare, dal tuo).

Felice di averti con noi, Vanadio   :)
Title: Re:Presentazione
Post by: Vanadio on 12 May, 2007, 15.28
Linx wrote:
Quote

[...]Le risorse gettabili già di per se mi intrippano un casino e aprono molte possibilità. Magari possono creare problemi di pubblicazione [...]
Che intendi? Costi di produzione? Io uso i cubi da otto e 10 millimetri di spielmaterial.de.

Quote

La randomizzazione e il fatto di poterlo giocare da solo poi è un'altra cosa di cui, a pare mio, si sente la mancanza pescando solo dal mercato convenzionale.

Parlo per esperienza personale di \"quasi wargamer\" in solitaria: ho praticamente tutti i print and play (quelli gratis e anche quelli pagati fino a 10 dollari) che hanno regole per il solitario e sono pochissimi! Con ambientazione spaziale e movimenti vettoriale non c'è proprio nulla!

Quote
Felice di averti con noi, Vanadio   :)

Grazie!
Tiziano.
Title: Re:Presentazione
Post by: Wentu on 14 May, 2007, 9.22
Ciao !

la cosa sembra interessante. Io vorrei chiederti se conosci un gioco di Zer00ne (credo si scriva così) che pubblica con Arima. Il fatto dei dadi associati ad ogni parte della nave là è fortemente presente ed è un print and play. Nel caso tu non lo conosca magari prova a informarti per sapere quanto è già presente là che vorresti usare anche tu.
Il tuo modo di usare i dadi è venuto spesso in mente anche a me ma non lo ho ancora sfruttato per il fatto che tendo a non usare mai il dado... ma se dovessi usarlo, quello sarebbe un modo davvero degno ! e hai ragione, una delle cose più belle è mettersi con carta e penna (e calcolatrice) a studiare le probabilità che 5 d6 ognuno con facce 2,2,4,7,9,12 lanciati diano una somma di 47 !

in bocca al lupo

Wentu
Title: Re:Presentazione
Post by: tanis70 on 14 May, 2007, 12.49
Wentu wrote:
una delle cose più belle è mettersi con carta e penna (e calcolatrice) a studiare le probabilità che 5 d6 ognuno con facce 2,2,4,7,9,12 lanciati diano una somma di 47 !

[/quote]

 :blink: ho già mal di testa... al solo pensiero  :blink:  :blink:

 :P
Title: Re:Presentazione
Post by: Vanadio on 14 May, 2007, 13.38
Wentu wrote:
Quote
Ciao !

la cosa sembra interessante. Io vorrei chiederti se conosci un gioco di Zer00ne (credo si scriva così) che pubblica con Arima. Il fatto dei dadi associati ad ogni parte della nave là è fortemente presente ed è un print and play. Nel caso tu non lo conosca magari prova a informarti per sapere quanto è già presente là che vorresti usare anche tu.


Ciao, ho cercato sul sito e 0one lo trovo tra i produttori (fa mappe e blueprint per gioichi di ruolo credo). Spulciando sul sito ho trovato però Starfight, che è un print and play a 2 euro che possiedo e che ha una meccanica molto simile in superficie ma sostanzialmente diversa per quanto riguarda poi la \"previdibilità\" del proprio setup nave (il quantitativo \"energetico\" iniziale è esso stesso casuale e una volta assegnate le risorse l'esito è affidato al lancio di un d6 che ha 6 eventi equiprobabili). Nel mio sistema il giocatore sceglie lui che tipo di possibilità avere (utilizzando più o meno cubi) e una volta che li lancia gli esiti sono distribuiti su curve di Gauss ben più accentuate di quelle con 1d6 o 2d6. Allego un immagine per far vedere ad esempio la distribuzione statistica degli 11 eventi ottenibili con 2d6 o 10 cubi del sistema EAR. Inoltre non serve usare tabelle per gli esiti perchè è il punteggio stesso di eventi positivi che fai che determina per esempio la forza dell'attacco o l'eventuale resa degli scudi. In questo modo si tratta con semplici somme algebriche.

Quote

Il tuo modo di usare i dadi è venuto spesso in mente anche a me ma non lo ho ancora sfruttato per il fatto che tendo a non usare mai il dado... ma se dovessi usarlo, quello sarebbe un modo davvero degno ! e hai ragione, una delle cose più belle è mettersi con carta e penna (e calcolatrice) a studiare le probabilità che 5 d6 ognuno con facce 2,2,4,7,9,12 lanciati diano una somma di 47 !

in bocca al lupo

Wentu


Se non sbaglio servirebbe un diagramma ad albero con 7776 foglie e fra queste identificare quelle che fanno somma 47...  :y32b4:

Post edited by: vanadio, at: 2007/05/14 13:39

[allegato eliminato da un amministratore]
Title: Re:Presentazione
Post by: Vanadio on 14 May, 2007, 13.42
Vanadio wrote:
Quote
Allego un immagine per far vedere ad esempio la distribuzione statistica degli 11 eventi ottenibili con 2d6 o 10 cubi del sistema EAR.


Ci riprovo: (http://www.inventoridigiochi.it/components/com_simpleboard/uploaded/images/confronto.jpg)

Post edited by: vanadio, at: 2007/05/14 13:44

[allegato eliminato da un amministratore]
Title: Re:Presentazione
Post by: Linx on 14 May, 2007, 15.37
Vanadio wrote:
Quote
Ciao, ho cercato sul sito e 0one lo trovo tra i produttori (fa mappe e blueprint per gioichi di ruolo credo). Spulciando sul sito ho trovato però Starfight, che è un print and play a 2 euro che possiedo e che ha una meccanica molto simile in superficie ma sostanzialmente diversa per quanto riguarda poi la \"previdibilità\" del proprio setup nave (il quantitativo \"energetico\" iniziale è esso stesso casuale e una volta assegnate le risorse l'esito è affidato al lancio di un d6 che ha 6 eventi equiprobabili). Nel mio sistema il giocatore sceglie lui che tipo di possibilità avere (utilizzando più o meno cubi) e una volta che li lancia gli esiti sono distribuiti su curve di Gauss ben più accentuate di quelle con 1d6 o 2d6. Allego un immagine per far vedere ad esempio la distribuzione statistica degli 11 eventi ottenibili con 2d6 o 10 cubi del sistema EAR. Inoltre non serve usare tabelle per gli esiti perchè è il punteggio stesso di eventi positivi che fai che determina per esempio la forza dell'attacco o l'eventuale resa degli scudi. In questo modo si tratta con semplici somme algebriche.


Già amo quest'uomo. Laura mi perdoni.
Assegnazione risorse con ottimo management della fortuna su ambientazione fantascientifica!

E parla più di me!  :blink:
Title: Re:Presentazione
Post by: Vanadio on 14 May, 2007, 15.59
La mappa, elaborata su una delle poche immagini di Mercurio (Caloris Basin), dall'archivio Nasa.

Bombardamenti alle centrali di raffinamento elio3 su Mercurio... :ohmy:

Post edited by: vanadio, at: 2007/05/14 16:00

[allegato eliminato da un amministratore]
Title: Re:Presentazione
Post by: Vanadio on 14 May, 2007, 16.03
Finalmente forse ci riesco ad allegare: (http://www.inventoridigiochi.it/components/com_simpleboard/uploaded/images/calorisl.jpg)
Title: Re:Presentazione
Post by: Paolo on 14 May, 2007, 16.20
Un pazzo. Un pazzo capitato nel posto giusto ;). Benvenuto!
Title: Re:Presentazione
Post by: Paolo on 14 May, 2007, 16.24
Ah, guarda il sistema Goalsystem (è applicato a skirmish fantasy o di supereroi). Credo sia simile - se ci ho capito qualcosa - al sistema che accenni tu. In breve le abilità e le difficoltà delle azioni cambiano il numero di dadi da tirare ed il numero di eventi favorevoli (nel caso, un punteggio di 4 o superiore su 1d6) da ottenere. Non l'ho ancora provato ma mi sembra molto snello ed efficace.

Anch'io sto lavorando ad uno skirmish tra astronavi, semplice semplice e con una spruzzata di Full Thrust. Tienimi aggiornato sui tuoi sviluppi! :)

PS - Per caso hai scaricato anche Aeronef? Vorrei tanto leggerlo ma mi ruga spendere la manciata di dollari del download....
Title: Re:Presentazione
Post by: Javest on 14 May, 2007, 16.28
Utile anche usare funzioni di 2d6: somma, max, modulo della differenza.

Si ottengono curve interessanti senza usare dadi strani.
Vi allego un file con qualche campione.
Title: Re:Presentazione
Post by: Javest on 14 May, 2007, 16.29
il file...

Post edited by: javest, at: 2007/05/14 16:30
Title: Re:Presentazione
Post by: Vanadio on 14 May, 2007, 17.09
PaoLo wrote:
Quote
Ah, guarda il sistema Goalsystem (è applicato a skirmish fantasy o di supereroi). Credo sia simile - se ci ho capito qualcosa - al sistema che accenni tu. In breve le abilità e le difficoltà delle azioni cambiano il numero di dadi da tirare ed il numero di eventi favorevoli (nel caso, un punteggio di 4 o superiore su 1d6) da ottenere. Non l'ho ancora provato ma mi sembra molto snello ed efficace.

Anch'io sto lavorando ad uno skirmish tra astronavi, semplice semplice e con una spruzzata di Full Thrust. Tienimi aggiornato sui tuoi sviluppi! :)

PS - Per caso hai scaricato anche Aeronef? Vorrei tanto leggerlo ma mi ruga spendere la manciata di dollari del download....


Ciao Paolo, Aeronef non l'ho comprato perchè così a occhio non credo possa interessarmi, soprattutto per la dinamica del movimento che scommetto sia a \"manovre\".

Full thrust non ha un movimento vettoriale nè una via di mezzo, se non con l'ultima espansione che ha una regola facoltativa per il vettoriale, ma tutto il gioco è fuori budget semplicità (locazione danni, provenienza, zone della nave, etc.) e non ci ho mai giocato. Io sono interessato a fare un giochillo meno complicato, ma magari più complesso, che possa giocare anche con mia moglie.

 :)
Title: Re:Presentazione
Post by: Vanadio on 14 May, 2007, 17.41
Javest wrote:
Quote
Utile anche usare funzioni di 2d6: somma, max, modulo della differenza.

Si ottengono curve interessanti senza usare dadi strani.
Vi allego un file con qualche campione.


Ciao Javest, i risultati sono interessanti ma come vedi la distribuzione è lineare, non trovi?

Faccio un esempio, differenza 2d6:

hai 6 eventi, centrati su 1 (il più probabile), ma sono distribuiti su un triangolo, tra 1 e 2 c'è praticamente la stessa differenza che c'è tra 4 e 5! Le probabilità a destra dello 0 sono simili alla differenza tra ognuno dei casi a tirare un d6 e dire: almeno 1, almeno 2, almeno 3, almeno 4... Cioè la difficolta cresce ma linearmente, io voglio che sia FACILISSIMO fare almeno 1 e DIFFICILISSIMO fare già almeno 3.

Allego un'altra immagine per chiarire che intendo per \"casualità un pelino più prevedibile\", rappresenta il lancio in difesa con 12 cubi o 2d6. (http://www.inventoridigiochi.it/components/com_simpleboard/uploaded/images/difesa.jpg)
Title: Re:Presentazione
Post by: Wentu on 14 May, 2007, 23.36
Quote

Il tuo modo di usare i dadi è venuto spesso in mente anche a me ma non lo ho ancora sfruttato per il fatto che tendo a non usare mai il dado... ma se dovessi usarlo, quello sarebbe un modo davvero degno ! e hai ragione, una delle cose più belle è mettersi con carta e penna (e calcolatrice) a studiare le probabilità che 5 d6 ognuno con facce 2,2,4,7,9,12 lanciati diano una somma di 47 !

in bocca al lupo

Wentu


Se non sbaglio servirebbe un diagramma ad albero con 7776 foglie e fra queste identificare quelle che fanno somma 47...  :y32b4:Post edited by: vanadio, at: 2007/05/14 13:39[/quote]

La cosa più magica dovrebbe essere questa:

(2t^2+t^4+t^7+t^9+t^12)^5 = un qualche polinomio in t il cui coefficiente davanti alla potenza quarantasettesima è il numero di modi in cui si può fare 47.

bellezza della matematica !

ciao !

Wentu

Essendo interessato, conoscerai già cose del genere ma in caso contrario.... guarda questa paginetta...
http://mathforum.org/library/drmath/view/52207.html

Post edited by: Wentu, at: 2007/05/15 00:09
Title: Re:Presentazione
Post by: frankdimat on 15 May, 2007, 19.11
Wentu wrote:
Quote

La cosa più magica dovrebbe essere questa:

(2t^2+t^4+t^7+t^9+t^12)^5 = un qualche polinomio in t il cui coefficiente davanti alla potenza quarantasettesima è il numero di modi in cui si può fare 47.

bellezza della matematica !



Non l'ho capita wentu la tua formula, cmq si fa molto prima con la brute force :-)
5 cicli nidificati che assumono i 6 valori a esaurimento delle 7776 possibilità.
Totale 90 casi su 7776 di ottenere 47 (circa 1,16%).
Un saluto
Francesco
Title: Re:Presentazione
Post by: Vanadio on 15 May, 2007, 20.49
Wentu osservo con ammirazione estetica lo sviluppo polinomiale che hai indicato, ma non mi cimento fino a quel livello :D

Tiziano.
Title: Re:Presentazione
Post by: Wentu on 15 May, 2007, 20.59
Non per nulla ho indicato la mia soluzione come quella più magica, non come quella computazionalmente più agevole :)
Quello che mi piace è proprio il fatto che la soluzione venga fuori da uno sviluppo polinomiale

ciao

W.
Title: Re:Presentazione
Post by: Vanadio on 15 May, 2007, 23.54
Ho appena finito un libro sui numeri primi: il più grande e resistente enigma della matematica ancora irrisolto (sull'ipotesi di Riemann e la funzione zeta).

La musicalità della matematica e la matematicità della musica sono due fonti di sconvolgente bellezza.

Tiziano.
Title: Re:Presentazione
Post by: Paolo on 16 May, 2007, 8.53
Non capisco nulla di quello che dite ma vi adoro. Io sarei ancora a tirare dadi su dadi ed annotarmi i risultati ;-).
Title: Re:Presentazione
Post by: Linx on 16 May, 2007, 10.07
Vanadio wrote:
Quote
La musicalità della matematica e la matematicità della musica sono due fonti di sconvolgente bellezza.

Io lavoro nell'ambito della grafica ma vi assicuro che anche la bellezza disegnata ha principi matematici che la descrivono: peso sul foglio, linee di forza, presenza di rapporti tipicamente sentiti come naturali del 3,14...

I giochi da tavolo sono forse uno dei metodi più soddisfacenti per tradurre la matematica agli inconsapevoli fruitori.
Title: Re:Presentazione
Post by: wallover on 16 May, 2007, 11.36
Questo discorso mi interessa, anche se ne comprendo circa la meta'. Circa 15 anni fa avevo un progetto, una specie di gioco di ruolo facile sulle favole per bambini. Le azioni si risolvevano con dieci gettoni, e il sistema di soluzione delle azioni mi sembrava piu' malleabile e soddisfacente dei soliti dadi, oltre che piu' spettacolare. Una azione facile: almeno tre lati positivi, una azione difficile, 7-8 positivi. Avevo anche ingenuamente elaborato una tabella di probabilita' (per Paolo: sono riuscito a evitare di lanciare i dadi N mila volte, ma con una genuina nonche' estesa matrice!) che rappresentasse le varie uscite.
Mi pare di ricordare che i risultati fossero piu' costanti e meno sbilanciati a favore dei valori medi, me lo confermate? E soprattutto, riuscirete a farmelo capire?  :huh:  
Notare che questo metodo e' stato ben implementato anche da Angelo nel suo glorioso decano Warangel: complimenti.
Title: Re:Presentazione
Post by: Massimiliano Cuccia on 16 May, 2007, 12.03
e io che ho sempre odiato la matematica? :x
mi ritrovo a fare l'informatico (che è matematica) e per hobby invento giochi (che, apprendo adesso, è matematica)

un paradosso  :blink:

Post edited by: mcuccia, at: 2007/05/16 12:05
Title: Re:Presentazione
Post by: Linx on 16 May, 2007, 12.05
PaoLo wrote:
Quote
Non capisco nulla di quello che dite ma vi adoro. Io sarei ancora a tirare dadi su dadi ed annotarmi i risultati ;-).


Ad una partita di Memoir'44 overlord ho avuto un giocatore che ha fatto proprio questo per dimostrare che secondo lui era un gioco di culo.
Considerata la semplicità del calcolo matematico probabilistico che ha evitato deve proprio odiarla molto, la matematica.

Tu invece Paolo lo fai solo per trovare la scusa per tirar dadi. Confessa!  :lol:
Title: Re:Presentazione
Post by: fantavir on 16 May, 2007, 13.34
Complimenti a Vanadio che con la sua presentazione è riuscito a generare 25 risposte (esclusa la mia) e a monopolizzare l'elenco degli ultimi 15 post visibili sulla destra!
A parte che mi interessano i discorsi sulla matematica e sulla sua musicalità (e viceversa), mi puoi dire qualcosa di più sul libro dei numeri primi e funzione zeta citato prima? Dove trovo qualche info online?
Bye da un amante del gioco, della matematica e della musica,
fantavir

PS: se c'è un sito o un articolo, a parte quello proposto da javest, in cui si parla del calcolo delle probabilità applicato al gioco, fatevi avanti! :)
Title: Re:Presentazione
Post by: Vanadio on 16 May, 2007, 14.23
Ciao Fantavir, il libro ce l'ho in macchina, più tardi ti do il titolo.

L'ipotesi di Riemann sostanzialmente è una teoria che è ritenuta \"vera\" ma non è ancora stata dimostrata, nè si è capaci ancora di utilizzarla per farle generare numeri primi.

In parole molto povere, e quasi eretiche, Riemann ha ipotizzato che la distribuzione dei numeri primi segue una certa distribuzione che è collegata direttamente \"con gli zeri della funzione z\" (una funzione particolare a 4 dimensioni nel campo dei numeri complessi). Questa funzione oscilla come le armoniche di un suono e così oscillerebbero i primi.


http://en.wikipedia.org/wiki/Riemann_hypothesis

C'è un premio di 1 milione di dollari per chi la dimostra, fatevi sotto!!!
 :lol:
Title: Re:Presentazione
Post by: tanis70 on 16 May, 2007, 14.26
wallover wrote:
Quote

Notare che questo metodo e' stato ben implementato anche da Angelo nel suo glorioso decano Warangel: complimenti.


In effetti di tutta la discussione ho capito più o meno \"vorrei fare un gioco con le astronavi e mi è venuto in mente un sistema di risoluzione eventi molto simile a quello di Warangel (senza peraltro conoscere WarAngel)\" :)

A dimostrazione che:

- Angelo è un brillante matematico, (magari a livello inconscio), oltre ad essere un creatore di mondi, valido illustratore ed infaticabile e quasi onnipresente profeta ludico.

- il suggerimento \"giocate almeno qualche centinaio di giochi molto diversi tra loro prima di pensare ad inventarne uno voi per non rischiare di reinventare ogni volta l'acqua calda\" resta sempre validissimo!

- questo thread sta davvero diventando troppo lungo!

:D

Post edited by: tanis70, at: 2007/05/16 14:26
Title: Re:Presentazione
Post by: Vanadio on 16 May, 2007, 14.28
La funzione zeta:

http://en.wikipedia.org/wiki/Riemann_zeta_function
http://en.wikipedia.org/wiki/Z_function

Riemann ha messo agli esponenti numeri complessi ed è successo di tutto...
Title: Re:Presentazione
Post by: Vanadio on 16 May, 2007, 14.58
Tanis, non ho detto di aver inventato \"il sistema di usare cubi in numero variabile\" (LNL, leggo, è di 7 anni prima di Warangel), nè il mio scopo è essere pubblicato/rinomato/riverito/lapidato quindi di originalità assoluta e dell'indice di gradimento delle masse me ne frega poco.

Non tutti i giochi che usano 2d6 con un dice roll modifier sono \"poco originali\".

Quello che creo sarà per me, mia moglie e chi si scaricherà il pdf a gratis.

Ogni unità in warangel è definita da un set di cubi che determinano la sua capacità di muoversi, difendersi e attaccare? Lo compro subito.

Mi dispiace occupare altro spazio sul forum, mi limito a rispondere per educazione.
Title: Re:Presentazione
Post by: fantavir on 16 May, 2007, 15.09
Vanadio wrote:
Quote
Quello che creo sarà per me, mia moglie e chi si scaricherà il pdf a gratis.


E di chi incontrerai nelle varie convention ludiche e negli incontri made in IDG :)

Ciao,
fantavir
Title: Re:Presentazione
Post by: Linx on 16 May, 2007, 15.43
Vanadio wrote:
Quote
Mi dispiace occupare altro spazio sul forum, mi limito a rispondere per educazione.


E' il tuo forum di presentazione!
Chi se non tu ha diritto di occupare questo spazio?
A me pare che ci stiamo divertendo tutti un sacco...
Title: Re: Presentazione
Post by: WarAngelo on 17 May, 2007, 2.40
Benvenuto Tiziano,
per i riferimenti al come scrive Walter
\"glorioso decano Warangel\"
ti-vi rispondo in un thread apposito:)
Ciao
Angelo

Post edited by: warangelo, at: 2007/05/17 03:13
Title: Re:Presentazione
Post by: tanis70 on 17 May, 2007, 15.06
scusami Vanadio la mia era solo una battuta scherzosa, speravo che le faccine sorridenti lo rendessero chiaro, spero tu non te la sia presa (dalla risposta mi sembravi un pò seccato e mi spiacerebbe) :(

Sono fatto così, ho i miei 5 minuti di sarcasmo ogni tanto   :laugh:
Title: Re:Presentazione
Post by: Vanadio on 19 May, 2007, 4.23
Figurati Tanis! Io ho avuto i miei 5 minuti di permalosità!  :rolleyes: Non ero offeso ma mi sono sentito frainteso.

Grazie Angelo, vado a leggerlo, ho visto che è chilometrico!

Tiziano.