//

Show Posts

This section allows you to view all posts made by this member. Note that you can only see posts made in areas you currently have access to.

Topics - luceluce83

Pages: [1]
1
Sono ormai diversi mesi che ho iniziato a lavorare su questo gioco. L'idea è nata durante la preparazione per un esame universitario di antropologia sociale incentrato sulla popolazione Guaranì del Chaco Boliviano. Rimasta affascinata da questo approfondito studio dei Guaranì, ho pensato di realizzare un gioco cooperativo che mettesse in evidenza le dinamiche socio - politiche interne basate sul paradigma sciamanico e sulla reciprocità del dono.
Ne è venuto fuori un primo prototipo con un regolamento più volte modificato grazie a diversi playtest .

GIOCO COOPERATIVO per 2-4 giocatori.
Durata 45- 90 minuti


SCOPO DEL GIOCO

I giocatori, cooperando tra loro, cercheranno di far prosperare la comunità di Teteyapi più a lungo possibile nel corso della storia, cercando di volta in volta di affrontare le difficoltà sociali e ambientali che metteranno la comunità a dura prova. Solo la sinergia di tutti i giocatori renderà questo possibile.

Tutti i giocatori se riescono ad arrivare alla fine della quarta epoca avranno vinto il gioco, ma un solo giocatore, diventando l’ultimo MBOROWICHA di Teteyapi, verrà riconosciuto come la guida di tutti i tempi, colui che più di tutti ha saputo condurre il suo popolo verso la tanto desiderata Tierra Sin Mal.


 Il gioco sembra funzionare ma nutro profondi dubbi sulla sua difficoltà. Mi sembra piuttosto complesso  da giocare con fluidità già dalla prima partita forse anche per le diverse regole da memorizzare. Dovrei cercare il più possibile di mettere le regole riguardanti le varie azioni in forma grafica per alleggerire il carico di cose da memorizzare.

Per il resto credo che ci siano elementi abbastanza originali... Però prima di procedere con ulteriori playtest dovrei definire meglio il regolamento per tradurlo in inglese e poi bilanciare bene i valori delle carte evento.
Sarei felice di ricevere vostri pareri e critiche anche se sicuramente sarà arduo comprendere pienamente il gioco senza giocarlo. Spero che il regolamento sia abbastanza comprensibile.

http://www.scatoladeigiochi.altervista.org/index.php/i-miei-prototipi/84-teteyapi


2
Articoli / PREMIO ARCHIMEDE...comincio da qui!
« on: 07 October, 2010, 14.42 »
Gran bella avventura il Premio Archimede per chi come me sta iniziando a muovere i primi passi.

Esordire all’ Archimede è stata davvero un esperienza “formativa” e credo che la mia scelta di partecipare, pur sapendo di non avere tra le mani né un giocone né un gioco molto playtestato per ragioni di tempo (ho saputo del concorso 6 mesi prima!!!), è stata la scelta migliore. Perché alla fine la prima volta, quel che veramente è importante è rompere il ghiaccio, entrare nell'ambiente, imparare come muoversi, comprendere che la condivisione e il confronto sono necessari se si vuole seriamente "lavorare" nel mondo ludico.

Questa  è stata anche la prima occasione per conoscere alcuni di voi “idigini”, cosi’ finalmente ho delle facce da associare ai vari nick. Quindi vi posso assicurare che dietro questo sito e il sempre piu’ vivo forum ci sono delle vere persone! L’inventore idigino è inconfonbile e si presenta diversamente dagli altri inventori. Vanta una piu’ profonda cultura ludica, ama la compagnia, sa essere ironico e autoironico, è solito al confronto e alla condivisione, rifugge dai formalismi senza rinunciare alla professionalita’ e si diverte...sempre!

Durante la lunga mattinata ho avuto la possibilità di conoscere molti altri inventori e testare con loro alcuni dei prototipi in gara. Un opportunità molto utile e divertente che ti mette subito a tuo agio facendoti sentire a casa...perche’ in fondo e’ proprio il gioco a portarci tutti li.

Il gioco infatti ha la straordinaria capacità di unire e allo stesso tempo di mettere gli uni contro gli altri in competizione. Unisce perchè il gioco non parla nessuna lingua e, pur se in modi diversi, è parte di ogni cultura. La competizione, invece, è il terreno fertile che il gioco crea, è il banco di prova della vita dove ognuno si sperimenta e si confronta; è quella zona Vygotskijana in cui possiamo permetterci di sbagliare senza troppe frustrazioni,meditare "vendette" senza troppi sensi di colpa e desiderare la vittoria senza rischiare traumatiche delusioni, osservando dinamiche e risoluzioni nuove.

Anche il Premio Archimede procede fino alla fine come un gioco...con l'attesissima nomina della Rosa dei 16 e la tesissima votazione che fino all'ultimo ha regalato attimi di suspense. E alla fine il "gioco" premia i suoi emozionati vincitori che soddisfatti ci rubano applausi. C'è chi viene da Paesi lontani e chi da "tempi lontani" tenta l'impresa e finalmente raccoglie i frutti di tanto lavoro e perseveranza. Ma come in tutti i giochi benfatti, nessuno rimane a mani vuote. Ognuno ritorna a casa portandosi ciò che rosicchiando qua e là, tra una chiacchiera, un gioco e una risata è riuscito a prendersi.

La possibilita’ di sentirsi commentare e criticare il proprio prototipo da autori come Leo Colovini e Alessandro Zucchini, penso che valga la pena del viaggio e della partecipazione stessa. Insomma, quel che voglio dire è che il risultato in termine di vincite e premi è relativamente importante, specialmente se è la prima volta che si partecipa. Poi c’ è chi ce la fa al primo colpo, buon per lui, ma vi garantisco che solo passare tra i finalisti è una bella vittoria.

Vedere il proprio prototipo in mezzo a tanti altri, belli e accattivanti, regala grandi emozioni. Ma allo stesso tempo ridimensiona le proprie convinzioni di essere un inventore dalle sovraumane capacità! Confrontarsi con gli altri serve soprattutto a scendere dal piedistallo e imparare a guardare le cose dal basso verso l’alto. In questo modo le “prospettive” sono piu’ realistiche e non si rischia di rimanere vittima di percezioni illusorie!

Partecipare al Premio Archimede ti da la possibilita’ di entrare nel mondo dei giochi da una porta principale. Anziche’ continuare a guardare dal buco di una serratura, cercando di capire e immaginare come questo mondo possa essere, puoi aprire direttamente questa porta e provare a vedere se poi se ne possono aprire delle altre. Quando poi tutto si conclude, l’importante è tornare a casa con mille stimoli, idee e buoni propositi... perchè infondo la partita è appena iniziata!

Alessia Luca

3
Idee di giochi / KARAKASH RIVER
« on: 27 September, 2010, 17.29 »
Finalmente trovo il tempo di postarvi un mio gioco...l'ultimo dei nati dei tanti in cantiere.
E' un gioco di carte pensato per la richiesta di Karl per il gioco di  riguardante la giada.
Questo è un giochino con regole molto semplici e con un ritmo molto veloce senza troppi tempi morti. Richieda una buona memoria, spirito d'osservazione e intuizione.
Dato che non mi considero esperta in giochi di carte, non posso dire se esistono o meno giochi molto simili nelle meccaniche. Per questo vorrei sapere cosa ne pensate e capire se c'è qualcosa di buono da salvare da quello che per ora ne è venuto fuori.
Potete scaricare il regolamento da questa pagina web

http://scatoladeigiochi.altervista.org/index.php/inventareche-passione/37-i-miei-prototipi/71-karakash-river

Per ora non ho ancora le carte da postare. Ho testato il gioco con un prototipo alla meglio e non ho ancora provveduto a realizzare le carte. Le posterò successivamente.
Rimango in attesa delle vostre critiche \"distruttive\" ma ben accette e profondamente utili!

4
Presentazioni e convenevoli / ed eccomi qui...
« on: 02 June, 2010, 14.38 »
Ciao a tutti,
ho impiegato un bel po' prima di fermarmi a scrivere questo post, ma  credo che il sito meriti la partecipazione di tutti quelli che per curiosità o per passione si son ritrovati in queste pagine.
Ciò che mi porta qui è la passione per i boardgames e i giochi di società in senso più lato.Ma anche la curiosità di scoprire quanti \"inventori\" in erba e collaudati ci sono nel nostro Bel Paese, chi sono,cosa creano...cosa pensano...
Vivo in Germania con mio marito da quasi due anni e devo dire che questo ha giovato molto nel dare un senso a quel che sembrava una semplice passione. La fortuna di stare a pochi kilometri da Essen è stata determinante, poichè mi ha improvvisamente spalancato le porte su un mondo immensamente grande, di cui mai avrei potuto immaginarne l'esistenza!
Così ora è diventato l'appuntamento fisso dell'anno...per fare \"spesa\" , per visionare le novità,acquistare materiale e fare incontri preziosi. Una passione condivisa che ha occupato tutto lo spazio nei mobili di casa per ospitare le piccole e grandi \"attrazioni ludiche (una collezione di già 35 giochi espansioni a parte !!!)Una passione che nell'ultimo anno si è tradotta in un' irrefrenabile voglia di \"creare\" e dare vita a nuovi giochi. Qualche cosa ne è venuto fuori... Purtroppo un prototipo di un gioco me lo son completamente \"bruciato\". Stavo per spedire il regolamento alla queen games (una delle case editrici che ho dietro casa...) quando ha annunciato l'uscita di Fresco.! Il meccanismo su cui si basava il gioco era molto simile a quello del mio \"gioco\".(un meccanismo innovativo poiché non esistono giochi simili,almeno io non ne conosco)Così ho dovuto abbandonare il prototipo, con il quale gioco ogni tanto con gli amici. A mio parere, il mio non era un gran ché, e Fresco è effettivamente il meraviglioso gioco che si poteva realizzare utilizzando quell'idea! Ora non vedo l'ora di acquistarlo...a Essen naturalmente!

Spero di  condividere presto con voi progetti,idee e creazioni e magari anche qualche news dal paesi dei \"crucchi\" che ama tanto gli autori italiani. Qui i giochi son più venduti dei libri e coinvolgono gente di tutte le età!
Peccato  che in Italia bisogna attendere eventi ad hoc o andare in negozi o siti specializzati  per  poter acquistare un gioco che sembra una  \"rarità\" (magari è un semplice Catan) se non ci si vuole accontentare del \"gioco dei pacchi\", risiko e monopoli. Vorrei tanto che le cose cambiassero e forse un sito come questo, nel suo piccolo può fare davvero qualcosa di grande!

Un saluto a tutti e grazie per \"l'ospitalità\" e per aver letto questo prolisso post!!!!

                               Alessia
  :P

Pages: [1]