//

Show Posts

This section allows you to view all posts made by this member. Note that you can only see posts made in areas you currently have access to.

Topics - ffiorenzano

Pages: [1]
1
Strumenti utili / Tabletop Simulator e Tabletopia, breve confronto
« on: 19 February, 2019, 22.06 »
Ciao a tutti,
negli ultimi giorni ho cercato di confrontare tra loro due sistemi di pubblicazione digitale online, Tabletop Simulator (TTS) e Tabletopia (TT), vi propongo qui le mie valutazioni.
Premetto che sul forum ci sono utenti che sicuramente ne sanno più di me sull'argomento, se ho scritto inesattezze sarei lieto del loro intervento.

Per il Giocatore:

TTS dà una sola possibilità: si acquista la licenza (19,90 euro, a volte in offerta a 9,90) e si gioca. Sono gratuiti i giochi classici (scacchi, go, domino, backgammon...) e tutti quelli creati dagli utenti. Si pagano a parte i cosiddetti DLC, in genere versioni digitali di giochi da tavolo realizzate ufficialmente. Anche i DLC si acquistano una sola volta e poi si gioca.
Si può giocare solo con altri utenti che abbiano acquistato la licenza di TTS.

TT si può utilizzare con iscrizione gratis o a pagamento. L'account base consente di giocare con tutti i giochi che non siano Premium, anche qui i giochi classici sono gratuiti. Da notare che anche i giochi Premium in genere offrono la possibilità di giocare gratis alcuni setup, per esempio può essere gratis la versione per 2 giocatori e Premium quella per 3 o più.
Pagando 4,99 al mese si possono giocare tutti i giochi Premium, ma tutti i giocatori di una partita devono avere un account Premium; con 9,99 al mese si possono invitare a una partita Premium anche giocatori con account gratuito.

Per il Creatore di giochi:

TTS consente di pubblicare tutti i giochi che si vuole, l'unico limite è dato dallo spazio a disposizione online su Steam per gli oggetti che compongono i giochi.
Il gioco può essere definito privato, condiviso con gli amici di Steam o pubblico.
Comunque solo gli utenti di TTS possono giocare.

TT offre 3 possibilità: l'account giocatore gratis dà anche la possibilità di pubblicare un gioco, con due setup diversi, per un'occupazione totale di 200 MBytes.
Pagando 9,99 al mese si possono creare 5 giochi, ognuno con 5 setup, per un totale di 1000 MBytes. Si possono aggiungere suoni personalizzati.
Pagando 19,99 al mese si possono creare 10 giochi con 12 setup ciascuno, per un totale di 5000 MBytes. Con questo account si possono aggiungere oggetti 3D e il gioco prodotto sarà disponibile anche su mobile.
In tutti i casi, anche con l'account gratis, si possono pubblicare i giochi in versione Premium ed essere pagati in base al loro utilizzo.
Un aspetto positivo di TT è la possibilità di far provare un gioco (anche non pubblico, ancora in produzione) generando un'area di gioco, il cui link può permettere a chi lo riceve di creare un stanza di gioco e invitare altri giocatori. Sia il creatore della stanza che i giocatori non hanno bisogno nemmeno dell'account gratis.

Poi mi sono un po' fissato sulle licenze.
Da quello che ho capito in breve: Tabletop Simulator si acquista su Steam, e su Steam teoricamente i contributi degli utenti diventano loro e possono farci tutto, anche modificarli e creare opere derivate; ma i contributi creati all'interno di un prodotto venduto da loro (come Tabletop Simulator) non possono essere modificati e non si possono crare opere derivate.
Si applicano quindi le condizioni di Tabletop Simulator, che non danno vincoli particolari (o almeno io non ne ho trovati).
Ci sono due difetti, comunque:
i contributi pubblicati sono aperti, qualunque utente di TTS può aprire un gioco, copiare un oggetto (o tutti) e riutilizzarlo;
i giochi non si possono vendere, a meno di creare un DLC, procedura che non mi è chiara, probabilmente solo un editore può essere autorizzato, dato che i DLC devono garantire determinati requisiti di qualità.

La licenza di TT prevede che si cedano praticamente tutti i diritti, anche se non in esclusiva, in particolare i diritti di modifica e di creare opere derivate, e TT può cederli in licenza ad altri.
Come dicevo altrove: TT può prendere un gioco di un utente, modificarlo, creare un'opera derivata (per esempio una versione da tavolo) e venderlo senza che l'autore possa opporsi?

Per quanto riguarda gli aspetti pratici di realizzazione del gioco, consiglio di cercare su youtube gli ottimi tutorial di Marco Piola Caselli (neroneilnero qui sul forum), sull'uso di Tabletopia e Tabletop Simulator.

2
I vostri prototipi / Dots & Colors, gioco astratto per 2 giocatori
« on: 19 February, 2019, 12.05 »
Questo gioco nasce da un'idea iniziale di CMT sulla quale ho provato a immaginare delle variazioni.
Variando variando, alla fine è venuto fuori un gioco molto diverso, che lo stesso CMT ha generosamente definito "solo somigliante" alla sua idea, quando gliel'ho descritto, cosa di cui lo ringrazio.

Il gioco consiste in un tabellone composto da 16 moduli (estratti casualmente tra 20), ognuno di 4 caselle, che creano così uno schema di 8x8 caselle.
Ogni modulo può avere in una delle 4 caselle un quadrato nero o un puntino con uno dei 4 colori in gioco, in tutte le posizioni possibili.
Ogni giocatore pesca una tessera colorata, nascosta all'avversario, con uno dei 4 colori. Servirà per il punteggio finale.
Creato lo schema, occorre riempirlo con delle tessere colorate formate da due quadrati, con tutte le combinazioni di colore.
Le regole per posizionare le tessere sono 4 e si applicano in una sequenza prestabilita; se entrambi i giocatori non hanno tessere giocabili secondo la regola, si passa alla regola successiva.
Finite le regole, il gioco termina; i punti sono dati dal numero di tessere posizionate del colore della tessera nascosta, purché a gruppi almeno di 3.

In allegato il manuale e una schermata tratta da Tabletop Simulator.

Abbiate pietà, è il mio primo gioco astratto :-)

3
I vostri prototipi / Fishing Boats, un gioco nuovo, ma vintage
« on: 10 February, 2019, 20.00 »
Ciao a tutti,
vi presento Fishing Boats, un gioco la cui prima realizzazione risale alla fine degli anni '70, quando lo creai per dei cuginetti di 10 e 12 anni.
L'ho ripreso dal cassetto della mia mente dove era nascosto e ne ho fatto una versione più moderna, ma sempre molto vintage, nell'aspetto e nei meccanismi.
Lo scopo è andare a pesca con un peschereccio, muoversi per il mare cercando zone di pesca sfruttabili e tornare al porto per vendere il pesce.
Il tabellone è formato da un percorso esterno, dove muovono i segnalini dei giocatori, e un'area interna esagonata, dove muovono i pescherecci.
Al proprio turno il giocatore lancia un dado, muove il pedone e ottiene dei bonus, che accumulati consentono di migliorare le caratteristiche della barca.
Ci sono 4 elementi, ognuno di 3 livelli: la capacità di carico prima di dover tornare al porto, la quantità di pesce pescata per turno, la distanza a cui si può usare il sonar, la distanza a cui può arrivare il peschereccio.
Nel mare ci sono 12 zone di pesca, di cui 6 attive contemporaneamente, associate a due a due. Quando si pesca in un'area la tessera si elimina e si attiva l'area associata.
In questo modo le zone dove pescare cambiano di continuo e i giocatori devono sfruttare al meglio le risorse, in particolare il sonar e il motore.
Il gioco è molto semplice e dipende abbastanza dalla fortuna, ma è comunque necessaria un po' di strategia per evitare di girare a vuoto in mare.

In allegato il manuale di istruzioni (senza immagini per il forum, altrimenti sarebbe troppo grande) e un'immagine tratta da Tabletopia.
Infatti l'ho portato su Tabletopia per i miei test, così è più semplice modificare il prototipo anche pesantemente, senza dover stampare e ristampare ogni volta.

4
Fare il prototipo / Prototipo su Tabletopia e condizioni d'uso
« on: 03 February, 2019, 12.20 »
Ciao a tutti,

stavo pensando di portare su Tabletopia un mio gioco, soprattutto per playtest, ma mi lasciano un po' perplesso le condizioni che si devono accettare per la pubblicazione (anche in area privata).

In pratica Tabletopia dice che se carico qualcosa sul loro sito possono farci praticamente tutto, sia pure non in esclusiva, anche concederlo in licenza ad altri, crearne derivati di loro esclusiva proprietà etc...

Nella remota eventualità che trovassi un editore interessato al mio gioco, sicuramente non accetterebbe di dividere i diritti di pubblicazione con qualcun altro.

Chi ha già usato Tabletopia cosa ne pensa? Lo chiedo in particolare a chi ha considerato il problema come poco importante, magari ha pensato a qualcosa che io non ho valutato/capito.

Il paragrafo a cui mi riferisco è questo:

7.2. You grant TABLETOPIA the worldwide, non-exclusive, right to use, reproduce, modify, create derivative works from, distribute, transmit, transcode, translate, broadcast, and otherwise communicate, and publicly display and publicly perform, your Workshop Contribution, and derivative works of your Workshop Contribution in connection with the operation and promotion of the Service, TABLETOPIA.COM account, TABLETOPIA.COM site, TABLETOPIA.COM Client and TABLETOPIA.COM Application. This license is granted to TABLETOPIA for the entire duration of the intellectual property rights and may be terminated if TABLETOPIA is in breach of the license and has not cured such breach within fourteen (14) days from receiving notice from you sent to the attention of the TABLETOPIA. The termination of said license does not affect the rights of any sub-licensees pursuant to any sub-license granted by TABLETOPIA prior to termination of the license. TABLETOPIA is the sole owner of the derivative works created by TABLETOPIA from your Workshop Contribution, and is therefore entitled to grant licenses on these derivative works.


5
I vostri prototipi / Alfa&Beto - Giochi di carte e di parole
« on: 18 March, 2015, 9.44 »
Come ho accennato nel post di presentazione, ho realizzato un gioco di carte attualmente nella fase di prototipo e test.
Si tratta di un mazzo di carte (con cui effettuare vari giochi) con le lettere dell'alfabeto, 54 consonanti (di cui due asterischi-jolly, dorso blu), 48 vocali (due jolly, dorso rosso), 6 carte "Argomenti", ognuna con 6 argomenti (dorso giallo).
Ogni carta consonante o vocale ha un numero, che in base alle regole del singolo gioco può essere un punteggio o una penalità.
Sul manuale della versione attuale ci sono 12 giochi, alcuni originali (almeno spero), altri con padri più o meno riconoscibili.
Ve ne presento sommariamente qualcuno (i nomi sono molto provvisori, anzi si accettano consigli...)

"Indovinalettere" - 2-6 giocatori. Niente jolly. A ogni giocatore vanno 3 consonanti e 1 vocale, coperte; le consonanti devono essere diverse, i doppioni vanno sostituiti (coperti). Ogni giocatore deve indovinare le carte dell'avversario alla propria sinistra. Si comincia estraendo una carta "Argomenti"; il giocatore di turno dice una parola relativa a uno dei 6 argomenti della carta estratta, a sua scelta. Il giocatore a sinistra risponde con un numero che indica quante delle sue carte sono presenti nella parola detta, da 0 a 4. In alternativa, il giocatore di turno può dire una lettera e il giocatore a sinistra se ce l'ha gliela consegna.
Si continua finché un giocatore indovina le 4 lettere del suo avversario. Il vincente prende 8 punti, gli altri giocatori 1 punto per ogni lettera che hanno conquistato. A questo punto si gira un'altra carta argomenti e si danno di nuovo le carte. Vince la partita il primo che raggiunge il punteggio prefissato.
(continua...)

6
Varie ed eventuali / Ispirazione e plagio
« on: 11 March, 2015, 11.47 »
Domanda difficile: dato che nel creare un nuovo gioco inevitabilmente ci si rifà al passato, fino a che punto si può parlare di ispirazione e dove comincia il plagio?
Nello specifico: ho ideato un mazzo di carte alfabetiche con cui si possono fare molti giochi, nel regolamento provvisorio ne ho una dozzina; alcuni sono abbastanza originali, ma altri hanno dei padri evidenti, sia pure con modifiche, tipo Paroliere, Lexicon, Verba Volant...
Dove inizia il plagio, sia moralmente che legalmente?
Dovrei fare un regolamento solo con giochi squisitamente originali e lasciare gli altri alla fantasia dei giocatori?

7
Presentazioni e convenevoli / Ciao...
« on: 04 March, 2015, 14.21 »
Ciao a tutti, mi chiamo Fernando, ho creato un gioco da tavolo 30 anni fa, che ha totalizzato ben 4 giocatori, e ora ho realizzato un mazzo di carte con cui si possono fare vari giochi, per ora una dozzina...
Ho fatto un bel giretto sul forum: complimenti a tutti i partecipanti!
 

Pages: [1]