//

Show Posts

This section allows you to view all posts made by this member. Note that you can only see posts made in areas you currently have access to.

Messages - frankdimat

Pages: 1 2 [3] 4
31
Fare il prototipo / Re: come funziona game crafter
« on: 25 March, 2017, 9.43 »
tot: $113
Ps: non dite nulla a mia moglie
E spero che non ci siano altre spese doganali (a qualcuno è successo?)

Se superi i 22Euro è quasi certo che avrai spese doganali, aspettati di sborsare almeno una ventina di euro alla consegna.

Ciao,
incuriosito, ho letto alcune guide, p. es. questa:
http://www.wx1.org/ricaricablog/2010/08/calcolo-tasse-doganali-importazione-e-spedizioni-da-paesi-fuori-ue.html
e le spese come "dazi" si applicano solo a importi superiori ai 150 euro.
Invece la soglia minima dei 22 euro è valevole per l'IVA + le spese postali (su 100 Euro, sarebbero 22+5,50= 27,50).
Quindi l'esborso di cui parla CMT è quello più o meno, ma non come spese doganali...
Francesco


32
Varie ed eventuali / Re: Che ne pensate di questo?
« on: 08 March, 2017, 18.14 »
boh... l'avevo vista a 10 prototipi su 20... ora non me la carica neanche più... :(
no ok... funzia, ma son sempre fermi lì...

33
Varie ed eventuali / Re: Che ne pensate di questo?
« on: 08 March, 2017, 15.02 »
boh... l'avevo vista a 10 prototipi su 20... ora non me la carica neanche più... :(

34
Idee di giochi / Re: Magellano
« on: 25 February, 2017, 10.49 »
Ieri sera fantastica partita a Magellano con i nuovi amici di Melegnano.
Ringrazio tutti coloro che hanno giocato o anche solo seguito il playtest e in particolare frankdimat per la preziosa occasione che mi ha fornito contattandomi attraverso il forum.
Tra lui e gli altri presenti ho raccolto almeno 10 importanti suggerimenti e/o segnlazioni di cose che non funzionano correttamente o non sono bilanciate.
Giocare con altri autori e/o giocatori molto competenti è veramente un grande aiuto rispetto al semplice "far provare" il gioco ai propri amici.

Mi metto subito al lavoro e spero di riuscire a correggerne un bel po' prima di Mantova perchè il tempo non è molto ed il lavoro da fare parecchio.

Ciao Alvar,
mi fa piacere che tu ti sia trovato bene... del resto mi pare si siano divertiti tutti, che è credo la cosa più importante per un autore, anche se il gioco non è ancora al meglio, e forse a prop io son stato un po' troppo critico sulle cose che non mi convincono... se vuoi ne possiamo parlare ancora...

35
Meccaniche / Re: Voglio un leader dominante
« on: 15 February, 2017, 14.16 »
Ciao,
mi pare un sistema interessante, ma io ritengo forse che occorra un'ambientazione adeguata...
Cmq, per focalizzare meglio, potresti adottare un sistema alla Dixit (è un esempio preso un po' alla lontana) dove tramite certe scelte del gruppo il leader di quel turno (che in Dixit sarebbe colui che propone l'asserto) venga poi segretamente appoggiato o contrastato da tutti gli altri... così da rinforzare o indebolire la leadership a seconda delle maggioranze, mantenendola per il turno successivo o perdendola...
Francesco

36
Varie ed eventuali / Re: Aiuto scelta icone carte
« on: 08 February, 2017, 0.31 »
Francesco

Ho le traveggole, o i miei occhi davvero stanno leggendo "Frankdimat"???

CIAO PAOLO!!! Eh sì sono proprio io... dopo una "lunga" assenza
Mi sono riaffacciato qui proprio in questi ultimi giorni... ed è bello vedere che la comunità di IDG è sempre così viva e ricca di creatività!
La verità è che mi siete sempre mancati molto...  :(
Spero davvero di rivederti presto, e ti abbraccio fortissimo! ;)
Francesco

PS: A proposito vorrei farti i complimenti per il tuo ultimo "Dogs of War" che si è giocato nel mio circolo di scacchi a Melegnano (dove abbiamo aperto anche ai boardgame...)


37
Varie ed eventuali / Re: Aiuto scelta icone carte
« on: 07 February, 2017, 21.48 »
Ciao a tutti,
devo rappresentare due valori su una carta, quanto un personaggio è PERSUASIBILE e quanto è ESIGENTE. Vorrei usare dei simboli, mi date qualche suggerimento?

Grazie :-)

Ciao,
bella domanda ;)
io persuasibile lo farei con un volto di un soggetto ipnotizzato, con i classici due occhi a spirale
Invece esigente potrebbe essere una mano con l'indice puntato verso l'osservatore (tipo quella famosa "I want you")
Ciao
Francesco

38
Playtestare / Re: cercasi playtester pavia
« on: 05 February, 2017, 16.58 »
Ok ti ho mandato una mail in pvt col mio numero... ci sentiamo e buona domenica!
Francesco

39
Idee di giochi / Re: Magellano
« on: 04 February, 2017, 2.48 »
Ciao Alvar,
mi pare che questo tuo gioco sia a buon punto ma certamente migliorabile.
Se non ho capito male, la provvista consumata a fine turno (quindi una sola) non è funzione del numero di marinai imbarcati...
Capisco che forse questo semplifica il gioco, però...
Cmq... stando così le cose, dovrebbe essere abbastanza calcolabile quanti lanci occorrono per compiere i tragitti più lunghi, senza finire a secco di risorse...
Con una plancia di gioco calibrata in modo tale che alcuni percorsi si riescono ad affrontare solo con situazioni molto fortunose (sia di carte movimento che di dado vento) allora si giustifica il ricorso alla fermata in porto.
P. es. se per attraversare l'oceano pacifico occorrono minimo 5 turni andando al massimo allora è ovvio che si debba ricorrere almeno ad uno stop in un porto intermedio (se esiste). Due meglio ancora.
Domanda, secondo te il gioco dovrebbe premiare chi coraggiosamente tenta di trovare le condizioni più fortunose, o chi invece si ferma (quanto basta) a reintegrare?
Butto lì un'idea: differenziare le carte movimento.
Se tu avessi 2 o più valori, anzichè uno soltanto (attualmente è 2 punti movimento) allora forse il giocatore potrebbe tenere una certa condotta di gioco meno spregiudicata finchè non gli arrivano le carte più forti, e viceversa.
Meglio ancora se potesse tenere le carte in mano scartando solo quella che gioca.
P. es. se hai in mano una carta più forte (1 punto movimento in favore di vento) la tieni in mano in attesa di usarla sui tratti più rognosi, ma hai una scelta meno ampia perchè devi scegliere entro le due carte rimanenti...
Spero di essermi spiegato...
Nel caso dimmi se ti convince.
Francesco

40
Playtestare / Re: cercasi playtester pavia
« on: 02 February, 2017, 21.05 »
Ciao Alvar,
si come circolo ufficialmente il giovedì... se passi anche stasera ci siamo :))
Poi magari ci si mette d'accordo...
Ovviamente l'invito è esteso a tutti gli idiggini del sudmilano...
Fammi sapere
Francesco

41
Playtestare / Re: cercasi playtester pavia
« on: 02 February, 2017, 18.04 »
Ciao Alvar,
sei di Pavia città o della zona? Io mi trovo con alcuni giocatori a Melegnano (al castello Mediceo, c/o circolo di scacchi "la Taverna"), tutti i giovedì sera, e ultimamente stiamo playtestando qualche ns prototipo...
Se non sei troppo lontano e non ti è troppo scomodo e vuoi fare un salto...
Fammi sapere
Francesco
PS: approfitto per salutare e abbracciare tutti quelli che conosco quaggiù... in particolare Paolo e Fanta ;) spero di rivedervi presto!!!
 

42
Meccaniche / Re: Randomizzare una mappa ad esagoni
« on: 15 February, 2014, 22.42 »
Ciao,
beh complimenti per la tua manualità... :)
Per quanto riguarda il tuo quesito, a mio avviso dovresti verificare la dimensione dei tuoi "cluster", che da come li vedo io nelle tuo foto non sono proprio "standard".
Se vuoi usare quegli aggregati, e ottenere un setup del tavoliere di quelle dimensioni, alla fine le possibilità sono comunque poche.
L'alternativa è usare i polyhexes, (http://en.wikipedia.org/wiki/Polyhex_(mathematics)) degli aggregati standard che inglobano in se 4, 5, 6 o più esagoni, possibilmente della stessa conformazione, in maniera tale da mantenere un'alta modularità e quindi una più grande quantità di disposizioni possibili e una più facile e divertente realizzazione del board da parte dei giocatori.
A quel punto creare un sistema di costruzione random, immediata o "step by step", del tavoliere è anche più semplice.
In effetti la filosofia è proprio quella usata in Small World Realms, che per lo scopo (a quanto mi pare di intuire dalle foto su BGG) utilizza lo stesso elemento modulare sui cui bordi sono evidenti due spessori color bianco: non ho letto, ma verosimilmente, la regola di costruzione impone ai giocatori di far combaciare due tessere solo se i bordi sono dello stesso spessore...
Questa imposizione dovrebbe permettere da un lato di creare una continua possibilità di "aggancio", e quindi di non generare situazioni critiche, dall'altro di limitare il numero di tavolieri possibili, che alla fin fine dovrebbe essere un bene (soprattutto in vista dei playtest).
Sul web a proposito di tassellazione del piano e di polyhexes puoi trovare molto materiale, perchè è un "gioco" anche quello di tassellare un piano con queste caratteristiche.
Ciao

43
Meccaniche / Re: Dixit mechanic??
« on: 17 December, 2013, 13.59 »
ovviamente il mio intervento era un pochino provocatorio (e un bastardello diciamolo pure)

spiego meglio:
Il gioco DIXIT, come altri del suo genere, è un gioco che delle "meccaniche" di votazione può fare benissimo a meno. Perchè la sua "forza" il suo "motore" non sono certo le meccaniche, ma sono i disegnini e la narrazione che si sviluppa ispirandosi ai disegnini stessi.

secondo me è l'esatto contrario, non conta lo "stimolo", che certo deve essere "popolare" e attirare il più possibile, ma "in background" il sistema di punteggio deve amplificare la competitività tra le persone, ed è cruciale. Inoltre io no ci vedo quell'aura di narrazione e focolare come dici tu. Forse tu ti riferisci ad altri giochi con "master"...
Quote
Quindi per questo reputo che NON sia un caso adatto da prendere in conisderazione per far "legge in materia" ne più di tanto per un attenta disamina sulle meccaniche. Ovvero non andrei a scervellarmi troppo sul perchè e sul percome, non è mica un German cervellotico.

ma anche qui io capisco la domanda dell'OT, cioè data una tale semplicità, perchè attribuire proprio questi punteggi e non quelli ancora più "base"?

Quote

Prendiamo un grande classico come trivial pursuit. Il "bello" del gioco sono i cartoncini con le domande e vedere se ne conosci le risposte. Il "brutto" del gioco sono le meccaniche, idiote e frustranti per un gioco dove alla fine non vince chi risponde a più domande ma chi tira meglio i dadi. Spesso in serate con giocatori saltuari mi è capitato di giocarci (costretto obtorto collo) ma dopo una mezzora si finisce per abbandonare il "gioco" e mettersi a leggere le domande a tutti insieme vedendo chi risponde correttamente ed assegnandogli un "punto" formaggino. Questo esempio per dire che avolte i giocatori tengono solo una parte del gioco quella originalee divertente e se ne fregano allegramente delle regole che ritengono sciocche o ridondanti o noiose.

boh forse potrai farlo con Trivial Pursuit ma non con Dixit... sarebbe un po' come giocare a poker senza fiches (nn dico soldi)
Ripeto il punteggio è fondamentale per far risaltare la competitività, che se è sana può far anche bene al gruppo.
Non si dovrebbe entrare in questioni sociologiche, ma penso che l'ideale Decoubertiniano (l'importante è partecipare) non sia così apprezzato nemmeno tra i gamer.

Quote
 
Quello che mi lascia invece sempre senza parole (come già dicevo prima) è il successo commerciale (realtivo eh, stiamo sempre parlando di giochi) di questo giochillo.

...che cmq ha vinto nel 2010 il SdJ, per cui il successo è assicurato...

Quote
Parto con un pò di qualunquismo ora: Penso che sia dovuto ad una sorta di imbarbarimento della popolazione. Parliamo tra di noi sempre di meno, e utilizziamo sempre di più mezzi non "verbali" per comunicare. ne è dimostrazione empirica ed immediata il fatto che io stia scrivendo qui, invece di parlare con voi davanti ad una bella birra!
Qualche decennio fà, senza internet e con (forse) più tempo da dedicare alle relazioni sociali, l'atto di "raccontarsi storie" era piuttosto normale. Tanto che spesso ne derivavano giochi molto "social" per usare un termine moderno, diciamo giochi di narrazione ad alta interazione che spesso strizzavano l'occhio ai veri e propri giochi di ruolo. Tali giochi non necessitavano di supporti e veninvano tramandati per via orale con regolamenti molto semplici. Penso che nella nostra infanzia ci abbiamo giocato tutti più o meno. oggi invece dobbiamo comprarci Dixit per raccontarci storie. Che tristezza. (fine del panegirico)

Capisco quello che intendi ma non vedo come Dixit possa peggiorare la situazione, anzi... io direi che questo gioco, come tanti altri simili, permette di stare con delle persone di varia estrazione, e passare una serata senza grossi problemi di comunicazione e di socializzazione, divertendosi, e in questo senso forse Dixit ha qualcosa in più...
Francesco

44
da qualche parte avevo letto di uno scacchista che aveva chiesto al figlio di fare un gioco su una scacchiera 7x7, e l'aveva fatto a tema jungla... non ricordo il nome del gioco, ma c'era il leone (=re), gli elefanti, zebre scimmie e cose del genere... questo gioco poi è diventato abbastanza popolare tra gli scacchisti. vale nel computo di giovani gamedesigner? :)

azz... da vetero-scacchista, questa proprio non la sapevo. Però l'ho trovata:
http://www.pergioco.net/Giochi/Abstrakta/MindSports/Congo/AboutCongo_i.html
Thks
Francesco

45
Ciao,
in tipografia i costi di impianto, che io sappia, sono quelli relativi all'avvio della lavorazione a stampa, cioè direi le lastre (che vengono impresse con le pellicole, almeno a suo tempo, ora spesso si fanno direttamente le lastre, cmq siamo sempre lì), quindi contano poco le dimensioni "standard" di cui tu parli, è sempre un avviamento. Certo se stai negli standard puoi risparmiare su tagli, piegature, fustelle ecc ma alla fine il numero di copie minimo è quello...
Francesco

Pages: 1 2 [3] 4