//

Author Topic: gioco di carte 3 mazzi  (Read 2638 times)

manbo

  • Utente registrato
  • Posts: 5
    • Esordiente
    • View Profile
gioco di carte 3 mazzi
« on: 01 August, 2012, 10.59 »

Come promesso nella presentazioni ecco la mia idea.
Si tratta più di una meccanica di gioco (anzi abbozzo di meccanica) che di un gioco, la mia idea è di pensarla "rieditabile" in diverse vesti.
Il gioco è abbastanza semplice, voleva essere un "gioco da pullman" (ricordando le gite scolastiche) o "casual card game" per essere più moderno: partite veloci facendo un po' di casino con gli amici.
 Sto parlando di un gioco di carte, vi  spiego qui sotto il meccanismo, sperando che sia chiaro.

Ci sono 3 mazzi di carte (20-30 carte), chiamiamoli verde arancio e rosso, per identificare la “pericolosità” degli stessi.
Ogni mazzo è composto da diversi tipi di carte: all'interno ci sono diversi bonus o malus (tipo salta un turno oppure pesca altre due carte), carte neutre e un numero di carte di “evento” che ti fanno passare al mazzo successivo, precedente o perdere (solo nel mazzo rosso).

Si parte tutti dal mazzo verde, ognuno gira una carta (gira, non pesca) e ne seguono la prescrizione. Quando un giocatore gira l'evento cattivo passano al mazzo successivo, quindi contemporaneamente potranno esserci giocatori al mazzo verde, alcuni al mazzo arancio oppure rosso..

Quando si gira dai mazzi arancio e rosso si può “rischiare”: si pescano x carte per tornare al mazzo precedente (da un primo giro di pareri mi si proponeva di dare la possibilità di aumentare il numero di carte pescate in cambio di x turni fermi dopo essere tornati al mazzo precedente).

Questo è come sono riuscito a raccontare una parte di partita che si è svolta nella mia testa:
giriamo carte--->Giorgio passa a arancio, al giro dopo rischia e torna indietro (ma il mazzo si è assottigliato), poi passa Anna che resta sull'arancio (che continua ad assottigliare, lentamente perché pesca solo lei). però anche verde si assottiglia, e altri passano a arancione, ora si assottigli più velocemente, quindi è più facile che qualcuno passi avanti o (beato lui) torni indietro.
Qualcuno di troverà da solo al mazzo verde che quindi cala poco e avanti così...
Ovviamente l’assotigliarsi più o meno velocemente aumenta le probabilità che escano le carte “evento”.

Le domande/idee che mi pongo:
- esiste già qualcosa del genere?
- è meglio permettere ai giocatori di pescare le carte e giocarle? tipo "uno"
- eventualmente secondo voi è fattibile (in linea preliminare) con le stesse carte giocare come scritto sopra e giocare con le carte in mano (pesco una ne gioco una)? ma non tipo "uno", contro gli altri, con lo scopo di farli andare al rosso. (un po tipo munchkin, ma molto tipo)
- l'idea è di mazzi leggeri per partite veloci e pochi giocatori, si potrebbe "ingrossare" i mazzi e aumentare i giocatori?

mi par tutto. se avete dubbi/consigli/idee, vi ringrazio. come vedete è proprio un'idea, molto da sviluppare, vorrei capire se può essere interessante lavorarci.
Logged

FedericoLatini

  • Utente registrato
  • Posts: 305
    • Esordiente
    • View Profile
    • il mio blog in disuso!
Re: gioco di carte 3 mazzi
« Reply #1 on: 01 August, 2012, 16.04 »

Potresti indicare le condizionidi vittoria e le principali scelte che si fanno durante il gioco.
Logged

manbo

  • Utente registrato
  • Posts: 5
    • Esordiente
    • View Profile
Re: gioco di carte 3 mazzi
« Reply #2 on: 02 August, 2012, 10.57 »

Potresti indicare le condizionidi vittoria e le principali scelte che si fanno durante il gioco.
Allora, quando si gira dal mazzo rosso la carta "hai perso" (o quello che potrebbe essere), si viene eliminati. Semplicemente l'ultimo che rimane in gioco vince.

Per il discorso delle scelte: nella stesura base della meccanica direi che l'unica scelta è, quando si è nei mazzi arancio o rosso, scegliere (rischiare) al proprio turno di girare un numero predefinito di carte e svolgerne gli effetti eventuali e poter così:
- tornare al mazzo precedente, più sicuro;
- eventualmente mi è stato suggerito di legare a questo la possibilità di scegliere di aumentare il numero di carte girate (di una, due unità) e oltre a tornare al mazzo precedente saltare tanti turni quante le carte aggiunte.
Questa è l'unico tipo di scelta che avevo inserito, ed era legata che un giocatore fa sulle carte che sono uscite, quelle che devono uscire e quante carte sono rimaste nel mazzo.
es. sono al mazzo arancione, so che ci sono 3 carte "vai al mazzo successivo" e sono già uscite, posso rischiare tranquillamente per tornare al mazzo verde. vero è che se girassi una carta "rimescola il mazzo" all'inizio del mio "rischio" le altre carte diventerebbero più pericolose.

Fatemi pure altre domande che serve anche a me per chiarirmi con questioni che non mi sono posto, o cose che nella mia testa sono chiare, ma fanno fatica ad uscirne.
Logged

Paolo

  • Amministratore
  • *
  • Posts: 2075
    • Autore edito
    • View Profile
    • scheda bgg
Re: gioco di carte 3 mazzi
« Reply #3 on: 02 August, 2012, 14.14 »

Credo che Federico con la sua domanda abbia già intuito il problema del gioco, ossia poche scelte (una sola, e senza veri criteri per decidere come compierla). L'idea in generale dei tre mazzi a rischio incrementale è simpatica, ma devi raffinarla e aggiungere qualcosina, senza per forza complicarla. Una mano di carte tra cui scegliere (anche piccola) è sicuramente un elemento più tattico. Anche la morte istantanea legata ad una carta, in maniera tutto sommato poco prevedibile, non mi entusiasma.

Preferirei forse un gioco dove parti con 5 carte, e se rimani senza carte sei morto. Il turno è gioca 1, applica gli effetti, pesca 1 dal tuo mazzo attuale. A proposito, come segno da che mazzo devo pescare?
Logged
"E' grazie a questi sodi principii che di continuo riesco a regalarmi alla fantasia invisibili pagine meravigliose che scritte sarebbero sciupate."

manbo

  • Utente registrato
  • Posts: 5
    • Esordiente
    • View Profile
Re: gioco di carte 3 mazzi
« Reply #4 on: 02 August, 2012, 14.46 »

ok, credo di cominciare a capire anche le critiche che mi facevano altri amici in modo più indefinito, insomma credo di cominciare a capire il punto.
L'idea è interessante, ci avevo fatto un paio di pensieri, ma la mia paura è il complicare, cosa che volevo evitare, come hai annotato anche tu.
Ci devo ragionare un po', d'altra parte era proprio quella l'idea, di sviluppare quello che è un vero e proprio abbozzo.
Il primo dubbio che mi viene è sul come coniugare diversi mazzi e carte in mano: quando cambio mazzo cosa faccio? scarto le carte vecchie? le tengo? ecc.

Il turno è gioca 1, applica gli effetti, pesca 1 dal tuo mazzo attuale.
mi sfugge una cosa "gioca 1" nel senso che gira una carta e ne applica gli effetti? quindi in tutto lui toglie al mazzo 2 carte (quella che gira e quella che pesca) oppure gioca una carta dalla propria mano? In questo caso si andrebbe verso quella penultima domanda che avevo fatto nel primo post, che riporto:
"- eventualmente secondo voi è fattibile (in linea preliminare) con le stesse carte giocare come scritto sopra e giocare con le carte in mano (pesco una ne gioco una)? ma non tipo "uno", contro gli altri, con lo scopo di farli andare al rosso. (un po tipo munchkin, ma molto tipo)"
nel senso che, ad esempio, per passare al mazzo successivo dovrebbe giocarmi qualcuno una carta contro e non per colpa del mazzo.

Per il discorso del segnarsi il mazzo ci ho pensato, ero indeciso tra un banale cartoncino con una maschera che scivola, tipo calendario, oppure un qualche tipo di oggettino con i tre colori o simboli legato ad un eventuale ambientazione del gioco.

Per il discorso della morte: l'avevo pensata così perchè volevo un gioco veloce, dato che penso che un gioco del genere sopra i 20-30 minuti sia pesante, devo fare delle prove.

Ora, compatibilmente col tempo comincio a creare un prototipo per fare delle prove, poi vi aggiorno; intanto continuate pure a chiedere, vi ringrazio.
Logged

FedericoLatini

  • Utente registrato
  • Posts: 305
    • Esordiente
    • View Profile
    • il mio blog in disuso!
Re: gioco di carte 3 mazzi
« Reply #5 on: 03 August, 2012, 12.24 »

Io trovo molto utile scrivere un obiettivo chiaro sull'esperienza soggettiva che voglio che il giocatore viva, questo ti da una traccia utile per capire quali meccaniche ti avvicinano e quali ti allontanano dall'obiettivo, non esiste vento in poppa per il marinaio che non sa dove andare.
Ultima cosa,  gioca tanto e a tanti giochi diversi!
Logged