//

Author Topic: ACQUEDOTTI ROMANI  (Read 420 times)

Fouljack

  • Utente registrato
  • Posts: 134
    • Esordiente
    • View Profile
ACQUEDOTTI ROMANI
« on: 06 October, 2017, 9.39 »

Ieri sera nel dormiveglia mi è venuta questa idea.

Una mappa a caselle esagonali, sulla mappa sono indicati sorgenti e città
Scopo del gioco è creare, con cubetti e rettangoli posizionati a ponte o dolmen, un acquedotto sopraelevato che colleghi una sorgente ad una o più città.
Ci sarà un sistema a punti, tipo città che valgono di più perchè più lontane, oppure il primo che arriva in una città o ne ripristina l'acqua guadagna x punti bonus, ecc ecc.

Ma l'idea "geniale". il plot twist, sarebbe il seguente. Dare la possibilità, attraverso carte o qualcosaltro, di sabotare gli altri attaccandoli fisicamente. Pensavo a qualcosa tipo "puoi sbattere una volta il pugno sul tavolo" "Puoi soffiare per 3 secondi " "tutti i giocatori sbattono contemporaneamente entrambi i pugni sul tavolo" "fai rotolare una biglia".
Il tutto con lo scopo di far crollare gli acquedotti altrui.


Come ho detto, è solo una bozza di idea, ma mi sembra simpatica. Vi ricorda qualcosa di già visto?

edit:
mentre guidavo stavo elaborando quanto segue:

ogni giocatore ha 3 azioni, può decidere di fare una delle seguenti attività una o più volte:

a. posizionare un componente sulla mappa
b. pescare una carta (le carte possono essere componenti o azioni tipo sabotaggi o bonus)
c. giocare una carta (anche per ottenere il componente la carta deve essere giocata)
d. spendere 2 azioni per produrre( alias scegliere)  un componente desiderato

sono in dubbio se togliere i componenti dalle carte ed inserire un punto e. : tirare un dado (1.2.3 cubetto, 4.5 rettangolo corto, 6 rettangolo lungo)




« Last Edit: 06 October, 2017, 14.38 by Fouljack »
Logged

tinen23

  • Utente registrato
  • Posts: 471
    • Esordiente
    • View Profile
Re: ACQUEDOTTI ROMANI
« Reply #1 on: 06 October, 2017, 11.57 »

beh è vudù applicato in un contesto diverso :) per ora c'è solo quello nel mercato ludico moderno (credo), se fai un buon lavoro potresti portarlo avanti. Mi raccomando di non usare mai oggetti che non sono compresi nella scatola o recuperabili molto facilmente (tipo la biglia no).
Logged
Play is the way to forget the rain.

Fouljack

  • Utente registrato
  • Posts: 134
    • Esordiente
    • View Profile
Re: ACQUEDOTTI ROMANI
« Reply #2 on: 06 October, 2017, 12.42 »

grazie per la risposta

Se vudu è questo https://boardgamegeek.com/boardgame/154880/vudul allora non ha nulla di simile.

sbattere i pugni sul tavolo o soffiare avrebbero lo scopo di far crollare le costruzioni altrui (se e come salvare le proprie devo ancora pensarci). Per la biglia pensavo di fare un piccolo scivolo con cui mirare e da cui farla scivolare giù, in modo da evitare che qualcuno la colpisca troppo forte e la mandi a finire sotto un armadio.

CMT

  • Utente registrato
  • Posts: 2966
    • Esordiente
    • View Profile
    • Poteva andare peggio
Re: ACQUEDOTTI ROMANI
« Reply #3 on: 06 October, 2017, 14.59 »

sbattere i pugni sul tavolo o soffiare avrebbero lo scopo di far crollare le costruzioni altrui (se e come salvare le proprie devo ancora pensarci). Per la biglia pensavo di fare un piccolo scivolo con cui mirare e da cui farla scivolare giù, in modo da evitare che qualcuno la colpisca troppo forte e la mandi a finire sotto un armadio.

Immagino tu sappia che se esiste un armadio sotto cui una biglia possa finire ci finirà a prescindere dal metodo usato per lanciarla e dalle precauzioni prese per impedire che ci finisca ^__^;;;
Logged
Cérto

confucio

  • Utente registrato
  • Posts: 429
    • Esordiente
    • View Profile
Re: ACQUEDOTTI ROMANI
« Reply #4 on: 06 October, 2017, 15.48 »

non mi ricordo il titolo, aspetta che guardo

quello dove i mostri ammazzano i meeple distruggendo gli edifici...


RAMPAGE

https://boardgamegeek.com/boardgame/97903/terror-meeple-city
« Last Edit: 06 October, 2017, 15.51 by confucio »
Logged
Il sasso è troppo forte, va meglio bilanciato
la carta va bene così, ben playtestata
firmato: le forbici

CMT

  • Utente registrato
  • Posts: 2966
    • Esordiente
    • View Profile
    • Poteva andare peggio
Re: ACQUEDOTTI ROMANI
« Reply #5 on: 06 October, 2017, 15.51 »

non mi ricordo il titolo, aspetta che guardo

quello dove i mostri ammazzano i meeple distruggendo gli edifici...

Questo non ha mostri e meeple però la logica è quella

http://www.dungeondice.it/1798-gioco-da-tavolo-Arrgh-Tek.html
Logged
Cérto

Fouljack

  • Utente registrato
  • Posts: 134
    • Esordiente
    • View Profile
Re: ACQUEDOTTI ROMANI
« Reply #6 on: 06 October, 2017, 16.10 »

grazie, ma al momento nessuno dei giochi indicati si avvicina minimamente a quello che ho in mente.

Vorrei avere la vostra opinione su come ottenere i componenti



opzione A:
c'è un mazzo di carte unico in cui sono presenti componenti, , bonus (aggiungi componenti, aggiusta componenti crollati, ecc ecc), malus (ruba componenti dalla riserva degli altri giocatori, demolisci un componente dall'acquedotto di un avverario, ecc) o eventi globali (battere i pugni sul tavolo, ecc)

opzione B:
i componenti si ottengono tirando un dado
le carta sono solo bonus, malus ed eventi globali

opzione C.
....

opzione D:
profit.

Journeyman

  • Utente registrato
  • Posts: 136
    • Esordiente
    • View Profile
    • Giochi di Carta
Re: ACQUEDOTTI ROMANI
« Reply #7 on: 06 October, 2017, 17.04 »

Ciao,
a me personalmente viene in mente Castle Dukes come gioco simile.

Detto ciò io farei un opzione C:
  • I dadi (due o più per approssimare una normale e ridurre l'influenza della fortuna, magari custom con un set particolare di valori) dà soldi
  • I componenti vengono acquistati usando i soldi (1 per cubo, 2 per rettangolo, 3 per rettangolo lungo)
  • I soldi residui a fine partita danno punti bonus
Logged
Madness will give me peace of mind.

Fouljack

  • Utente registrato
  • Posts: 134
    • Esordiente
    • View Profile
Re: ACQUEDOTTI ROMANI
« Reply #8 on: 06 October, 2017, 19.28 »

Onestamente l'idea dei soldi non mi sconfinfera. Volevo dare la vittoria al primo che arriva a tot pv

Fouljack

  • Utente registrato
  • Posts: 134
    • Esordiente
    • View Profile
Re: ACQUEDOTTI ROMANI
« Reply #9 on: 13 October, 2017, 9.27 »

Preso dall'entusiamo ho ordinato i componenti su spielmaterial.
Nell'attesa che arrivino:

Per iniziare ho pensato ad una plancia così, formato A4, ma le possibilià sono innumerevoli

Gli esagoni blu sono la sorgente da cui partirà l'acquedotto
gli esagoni grigi sono le città, l'agglomerato centrale è la capitale
gli esagoni verde chiaro sono zone franche dove non è possibile posizionare montagne o bacini artificiali


Nella fase di preparazione ad ogni giocatore vengono consegnati


10 pilastri
5 canali da 2.5 cm
1 catena montuosa
1 montagna
1 bacino

Prima di iniziare i giocatori posizionano la montagna e la catena montuosa nell'area di gioco. Esse non possono essere attraversate dai canali, servono quindi per costringere gli avversari a fare un percorso più lungo per giungere in città
 
Il bacino invece può essere posizionato nel corso della partita lungo il proprio acquedotto, non sarà più quindi necessario essere collegati alla sorgente se si è collegati al bacino

La posizione dei pilastri non deve obbligatoriamente seguire gli esagoni.
Per considerare una città collegata il pilastro deve essere per più della metà all'interno di quell'esagono


All'inizio del proprio turno si riceve 1PV per ogni città a cui si sta portando acqua.
Ogni città ad eccezione della capitale può avere un solo fornitore
Se si sta portando acqua alla capitale si ricevono invece:
-se sei l'unico: 6 Pv
-se siete in 2 : 3 Pv
-se siete in 3: 2 pv
-se siete in 4: 1 pv

Il primo che arriva a ?? PV vince

Nel proprio turno si hanno 3 punti azione e si possono spendere così:
1. pesca una carta
1. gioca una carta
1. posiziona un componente
1. riposizionare un componente caduto
2. fabbrica un componente

Le carte possono contenere componenti, montagne, bacini, bonus per se stessi, malus per gli avversari, e carte globali
Le carte globali  si mostrano subito agli altri giocatori e l'effetto si esaurisce subito, chi l'ha pescata può pescare un'altra carta.
esempio di carta globale "Ira di Dio", tutti i giocatori picchiano contemporaneamente entrambi i pugni sul tavolo"



PS. volevo cambiare il nome del gioco in AQUA

PPS: su boardgamegeek ho trovato questo gioco con la stessa ambientazione
https://boardgamegeek.com/boardgame/20080/aqua-romana
ma la meccanica richiama più il gioco dei tubi proposto da Tinen23
http://www.inventoridigiochi.it/index.php?topic=13813.0
« Last Edit: 13 October, 2017, 10.26 by Fouljack »
Logged

Nestore

  • Global Moderator
  • Posts: 1165
    • Autore edito
    • View Profile
Re: ACQUEDOTTI ROMANI
« Reply #10 on: 24 October, 2017, 11.56 »

Belli i giochi distruttivi, ma non penso che battere un pugno sul tavolo sia un modo abbastanza controllato da far cadere solo quelli avversari, tra l'altro è rumoroso e non tanto carino prendere a pugni un tavolo. Ti consiglierei di immaginare qualcosa di diverso, come ad esempio una plancia modulare e la possibilità di muovere uno dei moduli, magari con delle linguette, delle asticelle da spingere, qualcosa di controllabile e che dia meno l'idea di casino incontrollabile, l'idea della biglia è simpatica, potrebbe funzionare... scanalature nella plancia?
Logged
In UNO Extreme! compare uno smazzatore automatico a pile che sostituisce il mazzo pesca. All'atto di pescare quindi il giocatore attiva lo smazzatore, il quale può rilasciare un numero casuale di carte che va da 0 a 8.

Fouljack

  • Utente registrato
  • Posts: 134
    • Esordiente
    • View Profile
Re: ACQUEDOTTI ROMANI
« Reply #11 on: 25 October, 2017, 10.20 »

devo ancora fare dei test seri, ma partendo dai 4 angoli diversi della mappa se picchio il pugno lontano dal mio acquedotto sono maggiori le possibilità che cada un pezzo di un avversario piuttosto che il proprio, ma il rischio c'è

per la biglia avevo pensato a 2 modi di utilizzo.
il primo inserendola in un tubo di circa 5 cm, che viene appoggiato sul banco ed alzato da un lato in modo da farla rotolare fuori avendo quindi la possibilità di mirare ma non di imprimere troppa potenza, il secondo di farla cadere da circa 30 cm di altezza, ed anche in questo secondo caso c'è il rischio che rotoli verso il tuo acquedotto (o sotto un armadio), chiamando le 2 carte rispettivamente valanga e metorite.

Volevo provare ad utilizzare un dado da 20 invece di una biglia, ma anche qui devo playtestare

Poi ci sono delle carte che semplicemente ti permettono di togliere un pezzo orizzontale da un acquedotto avversario.

l'elenco delle carte è pronto in un file excell, adesso devo metterle su carta

la plancia modulare o con scanalature mi sembra una complicazione, soprattutto a livello realizzativo

alexxx1209

  • Utente registrato
  • Posts: 206
    • Esordiente
    • View Profile
Re: ACQUEDOTTI ROMANI
« Reply #12 on: 25 October, 2017, 10.46 »

Nel caso tu voglia sostituire la biglia con un dado usa il d12, che rotola molto meglio del d20.

Per quanto riguarda l'ira di dio, puoi permettere ai giocatori di muovere il tabellone, con un dito poggiato sulla propria casella di partenza. così se sei troppo irruento, ti distruggi da solo.
Inoltre facendolo tutti insieme, un po' si ammortizza il danno
Logged
Alessandro Ricci

Fouljack

  • Utente registrato
  • Posts: 134
    • Esordiente
    • View Profile
Re: ACQUEDOTTI ROMANI
« Reply #13 on: 25 October, 2017, 11.27 »

testerò i dadi.

l'idea del dito non è male, ma dovrei stampare la plancia (o incollarla) su un cartone rigido altrimenti rischia di piegarsi.
ma vorrei fare più plancie, in modo da dare maggiore varietà al gioco