//

Author Topic: Idee sullo Challenger #5  (Read 52 times)

Caio

  • Utente registrato
  • Posts: 143
    • Esordiente
    • View Profile
Idee sullo Challenger #5
« on: 07 November, 2017, 23.16 »

Ciao ragazzi,


Stò facendo l ultimo challenger dei 5 e per ora i giochi mi sono venuti abbastanza bene, ma questo è un pò impegnativo :
si chiama War without Frontiers ,  guerra senza frontiere perchè complica il designer a creare un gioco di guerra civile dove NON si
possa usare la dinamica di conquista del territorio o distruzione di unità. Quindi mi chiedevo quali possono essere secondo voi
le altre dinamiche per creare questo gioco ?


Per la guerra civile ho scelto quella che non si può definire una propria guerra civile , tra brigranti e le rivolte del 1861-78 dove le masse popolari e i brigranti scatenavano tutto contro il foverno dell unità d'italia appena formata.


Quindi l'idea del gioco è che si è formata una barricata tra soldati del governo e briganti. La dinamica che ho scelto è l'acquisizione di risorsa , dove i giocatori avendo delle risorse all inizio della paritita tirando devono resistere , sempre tirando , i giorni del dado.


I giocatori possono essere briganti o soldati del governo e in questo modo i primi devono rubare risorse , e costruire barricate magari per fare punti, i secondi se capita che tu sia soldato allora devi cercare di catturare i briganti senza sparare magari sfruttando ancora la meccanica di dice rolling e magari un set collection per tirare giu le carte.


Tutto qui cosa ne pensate ? Aggiungereste altra dinamica? grazie
ps : come spiegato nel libro la dinamica o cuore è quello che il gioco tratta o comunque cosa fa : ad esempio territory acquisition è quella tipo civilization dove il giocatore conquista il territorio per fare qualcosa.
« Last Edit: 08 November, 2017, 1.31 by Caio »
Logged