//

Author Topic: Tecniche per abbattere il downtime nei giochi e la paralisi da analisi  (Read 158 times)

Marco_Thokk_Jasconius

  • Utente registrato
  • Posts: 56
    • Esordiente
    • View Profile
    • Maremma che giochi!

Ciao a tutti ragazzi. Oggi vorrei discutere con voi di quali siano le tecniche migliori per fronteggiare questi due difetti che possono presentarsi nella creazione di un gioco, e che sono complementari tra loro: paralisi da analisi da cui deriva un downtime, ergo quella che io intendo un'eccessiva attesa dei prossimi giocatori all'interno del turno.
In pratica in un mio gioco la problematica principale che si può presentare a causa delle implicazioni strategiche(più mosse possibili e più carte giocabili lungo lo stesso turno, dovendo analizzare posizione propria e posizione degli avversari) è dover pensare relativamente a lungo(due-tre minuti) prima di agire, in caso di giocatori molto dubbiosi o afflitti da paralisi di analisi. Questo può far annoiare chi attende il proprio turno, nelle modalità a 4 a giocatori(anche perché la situazione da tenere d'occhio è soprattutto quella del giocatore del turno precedente).
Secondo me una tecnica relativamente valida può essere quella di suddividere il turno in sotto-fasi, sempre a giro, così da spostare la struttura del gioco da strategica(più mosse consecutive) a tattica(una mossa a giro, di volta in volta quella più indicata in base alla situazione in essere). Certo, potrebbe restare molto da pensare, ma forse il turno potrebbe scorrere più velocemente, essendo minori le implicazioni sul lungo termine della propria giocata.
Volevo chiedervi quali tecniche utilizzate voi per contrastare queste due problematiche, e se ne esistano di "codificate".
Avevo anche pensato all'inserimento di una clessidra, ma secondo me per i giocatori particolarmente ansiosi può togliere il piacere del gioco e diventare, paradossalmente, stressante.

Khoril

  • Amministratore
  • *
  • Posts: 2642
  • Maestro dei materiali
    • Autore edito
    • View Profile
    • River Forge Project

capitolo 7 e relativi pattern in "la progettazione dei giochi da tavolo" di Nuccio

mrpako

  • Utente registrato
  • Posts: 1204
    • Autore edito
    • View Profile

Normalmente il downtime deriva dall'eccesso di scelta. Dai playtest fatti noto che i giocatori mediamente riescono a gestire fino a 4-5 scelte a breve termine e 2-3 a lungo termine. quindi cerca di non andare troppo spesso oltre questi numeri per evitare downtime.
In passato ho notato che il suddividere i mazzi in fasi o ere in cui in ogni era alcune scelte sono più semplici di altre ha alleggerito questa situazione, e premiato i giocatori che conoscono meglio il gioco o riescono a pensare un po' più sul lungo periodo.

Il consiglio di Khoril è sempre valido. libro di Walter e via
Logged
==  Non Sono cattivo, è che ogni tanto la realtà oggettiva sa essere davvero crudele.  ==

==  La macchina del capo ha un buco nella gomma. Hai bisogno di 3 segnalini Mc-Gyver e un token Cewingum per ripararla. ==

Marco_Thokk_Jasconius

  • Utente registrato
  • Posts: 56
    • Esordiente
    • View Profile
    • Maremma che giochi!

Intanto proverò l'idea della sottofase con minore possibilità di scelta, per spostare l'impostazione del gioco da strategica a tattica, per vedere se il divertimento sarà il medesimo e se questo mitigherà il downtime. Intanto vedo di trovare questo libro che mi citate, potrebbe essere interessante a prescindere. Grazie ad entrambi!