//

Author Topic: Cambio tutto, nuovo approccio  (Read 284 times)

Riccio

  • Utente registrato
  • Posts: 79
    • Esordiente
    • View Profile
Cambio tutto, nuovo approccio
« on: 18 August, 2019, 21.27 »

Dopo aver passato momenti che ricorderò a lungo con le mie creazioni ho provato ad usare i giochi di ruolo (in particolare Dungeons and Dragons) e siccome ho avuto richieste insistenti da parte di alcuni di giocare mi son ricordato di quella filosofia che dice: "se sei bravo a far qualcosa non dovresti farlo gratis". L'idea sarebbe quella di fare il game master dietro compenso. So perfettamente che se qualcuno spende per qualcosa ha delle pretese in merito, per cui so di dover partire con piano, materiale e preparazione ben accurati prima di buttarmi. Non so se qualcuno qui ha mai provato a fare una cosa del genere, ma se aveste dei consigli, suggerimenti o altro per aiutarmi con la mia idea ve ne sarei molto grato
Logged

Simone Puccio

  • Utente registrato
  • Posts: 8
    • Esordiente
    • View Profile
Re: Cambio tutto, nuovo approccio
« Reply #1 on: 19 August, 2019, 9.57 »

Non so se siamo OT ma non e' la prima volta che leggo una idea del genere e la trovo quantomai "bizzarra".

Eliminiamo i due scogli principali di questa "professione" ovvero ammettiamo che sei il miglior professionista sulla piazza e che esiste un mercato ovvero esistano persone che vogliono spendere soldi per fare una sessione di gioco di ruolo.
Parliamo quindi dello scenario perfetto in assoluto (e gia' sappiamo che non sara' mai cosi').

Quanto chiederesti?
Dovrai essere tu a spostarti o i giocatori?
Sarai tu a proporre ambientazione e regole o saranno i giocatori liberi di scegliere qualsiasi cosa ? ("vorremmo fare una campagna dove interpretiamo dei mio mini pony con regolamente di RoleMaster").
Ci sono limiti di orario e di giorni?

Logged

Riccio

  • Utente registrato
  • Posts: 79
    • Esordiente
    • View Profile
Re: Cambio tutto, nuovo approccio
« Reply #2 on: 19 August, 2019, 14.38 »

Le tue osservazioni sono giuste. Naturalmente prima di pensare a una cosa del genere ho fatto un po di conti che comprendono: sproporzione tra giocatori e master, la bellezza unica del gioco di ruolo in se e la sua capacità aggregante, la diffusione su piccolo schermo (in particolare Stranger things e Big Bang Theory dove i protagonisti ci giocano) che lo sta facendo conoscere e gli elevati prezzi che uniti al numero di regole scoraggiano i più.

Ammesso che l'idea attiri l'attenzione, farei un approccio "a pacchetti" dove in base al tipo di utenza (giocatori esperti, neofiti o ragazzi) la campagna avrà un grado di libertà di scelta diversa. Per esempio un gruppo di neofiti sarà bene che scelga il personaggio che gli piace di più da un mucchio già pronto senza perdere un'ora nel crearlo e passando subito all'azione.
Sul piano monetario mi terrei basso sulle cifre (tanto vengono moltiplicati dal numero di giocatori e complessivamente un singolo così spenderebbe molto meno) e sugli spostamenti se lo facessi io renderebbe il tutto più comodo. La domanda che mi sto facendo più che altro è: "perchè qualcuno dovrebbe scegliere questo anzichè il bowling dietro casa mia?". Per cui punto su qualità e prezzo, poi si vedrà se la cosa avrà un seguito o sarà l'ennesima buona idea finita miseramente.
Logged

Khoril

  • Amministratore
  • *
  • Posts: 2675
  • Maestro dei materiali
    • Autore edito
    • View Profile
    • find me on BGG
Re: Cambio tutto, nuovo approccio
« Reply #3 on: 21 August, 2019, 8.27 »

Non so se siamo OT ma non e' la prima volta che leggo una idea del genere e la trovo quantomai "bizzarra".

siamo un po' fuori tema ma l'argomento è interessante e già che ci sono... un master potrebbe essere comparato a un autore? ideando la trama...

negli stati uniti è una cosa ormai assodata che ci siano master a pagamento [link], e anche qui in italia nelle grandi città iniziano a comparire annunci di questo tipo. nei gruppi FB sui giochi di ruolo spunta un nuovo topic sull'argomento ogni settimana.

ammetto di aver pensato anche io di lanciarmi in una cosa del genere e di aver fatto un po' di "ricerca di mercato" e sembra che uno spazietto ci sia, ma ora che queste due serie sono al tramonto cosa accadrà?